Assembly Planner

Miglioramento dei metodi e dei tempi di produzione

Rilievo e documentazione dei metodi. Il primo rilievo viene fatto sui metodi attualmente in utilizzo senza apportare alcuna miglioria e viene documentato in forma tabellare. I tempi possono essere calcolati con la tecnica MiniMOST oppure BasicMOST da parte di un Applicatore Certificato e verificati con alcuni campionamenti cronometrici. Possono essere prodotti Simogrammi (per gli abbinamenti) o Yamazumi Charts (per i bilanciamenti) per dare evidenza dell’analisi dei micromovimenti. Un Simogramma mostra nello stesso asse temporale la sovrapposizione delle attività svolte da operatori, macchine ed utensili per consentire una chiara visualizzazione dei tempi interni o esterni (MF/ML). Uno Yamazumi chart consente di  rappresentare per più operatori di una linea o postazione il relativo contenuto di lavoro con “mattoncini” impilati con altezza proporzionale alla durata della attività.

Documentazione possibili miglioramenti. I possibili miglioramenti potranno tener conto di principi di Motion Economy, di Analisi del Lavoro e Workplace Arrangement. I principi di Motion Economy derivano da anni di analisi ed esperienze pratiche nella progettazione delle attività manuali. Si tratta di linee guida che possono essere utilizzate per determinare il metodo di lavoro, il layout della postazione di lavoro, gli utensili migliori per massimizzare l’efficienza e minimizzare lo spreco e la fatica dell’operatore. Essi sono normalmente classificati in 3 categorie: principi legati all’utilizzo del corpo, principi legati alla organizzazione della postazione di lavoro, principi legati alla progettazione degli utensili e delle macchine.

  • Principi legati all’utilizzo del corpo. Tra essi la simmetria, simultaneità, parallelismo, arti prevalenti, aree di visione, ecc… Hanno particolare rilevanza le analisi delle prese, posizionamenti, trasporti, ispezioni, ecc…
  • Principi legati alla organizzazione della postazione di lavoro. Questa categoria riguarda gli aspetti di progettazione del layout della postazione, e la disposizione di utensili, contenitori e materiali all’interno di essa. Qui sono inclusi i posizionamenti in punti fissi, le distanze, le sequenze di posizionamento, e successivamente gli aspetti legati alla postazione ed alla gravità.
  • Principi legati alla progettazione degli utensili e delle macchine. Questa categoria copre l’utilizzo di supporti, l’utilizzo di utensili integrati, l’esecuzione parallela di più fasi ove possibile, ecc…

Stima dei tempi a seguito delle modifiche

I tempi di lavoro verranno nuovamente stimati considerando le possibili modifiche ipotizzate ricorrendo a tecniche a tempi predeterminati, senza realizzare le postazioni ipotizzate fisicamente in stabilimento.